Teardrop Explodes – Kilimanjaro (1980)

Mi trovo a scrivere una recensione piuttosto difficile. Infatti sto per parlare di un disco che conoscono in pochi. A dire la verità tanti dischi di cui ho scritto, magari in altre sedi, non erano noti al ‘grande pubblico’. Tuttavia i Teardrop Explodes da Liverpool, UK,(ed il loro carismatico leader Julian Cope), pur avendo inciso alcuni tra i più significativi brani della storia della musica, non sono un nome che gira così tanto. Oppure io non sono un campione statistico significativo, ma ho alcuni esempi a mio favore su questo argomento.

Fin qui la fuffa, ora le parole (se c’è distinzione…).

Kilimanjaro - fonte:amazon.com

Kilimanjaro è il primo full-length dei TE. Splendido, stralunato, psichedelico. Sono tre aggettivi che mi vengono in mente per definirlo. Si parte fortissimo con ‘Ha Ha I’m drowning’, che inizia con una fanfara giocosa e allegra, per immergersi in una atmosfera misteriosa tracciata dalle tastiere e dalla voce di Julian. Sovente sventagliate di chitarra e di fiati sintetizzati vanno a colorare una splendida intro. Che ci conduce allo squilibrato ondeggiare di Sleeping Gas, dove troviamo una melodia che potrebbero aver composto i Pere Ubu a fare da tappeto ad un surreale call-and-response. Digressioni chitarra-synth intervengono a fermare il cantato di Cope, che incalza creando una tensione che non si stempera mai, se non alla fine quando piano e fiati si mescolano in un vortice di colori.

Treason si inserisce di diritto nella classifica delle melodie perfette. Esercizio pop ma anche canzone malinconica, cantato trascinante, già uscito prima della release dell’LP, fu uno dei brani che lanciò il gruppo sul finire dei 70s. Second head è un prototipo perfetto di arte dei TE: andamento incalzante nella strofa, dove tastiere e chitarra si rincorrono e si sovrappongono (neanche fossero state a lezione dai Television…al futuro un post sulla band di Tom Verlaine); impennata psichedelica nel ritornello, con Julian a prendere per le redini l’armonia e renderla un fluido continuo.

Poppies in the field è una delle gemme del disco. Suoni fluttuanti e ritmati sorreggono (come il lago di Tiberiade con Cristo) il canto distaccato. Intrusioni violente della chitarra contribuiscono ad aumentare la tensione di fondo, che si mantiene per tutto il brano, quasi un sogno che non è un incubo ma preoccupa per la sua stessa natura di sogno. Went Crazy si inserisce nel filone melodico-squilibrato dell’opera, e ci conduce verso il filotto che chiudeva la versione originale del disco.

Con Bouncing Babies veniamo presi a pugni da uno spettacolare duello voce-synth che si risolve senza vincenti (e lascia i ragazzi felici ecc…) per precipitare in un ancora più terribile e temibile ritornello senza un punto di arrivo.
Books ha un vortice lurido di synth e chitarre, vagamente orientaleggianti, che si ripropone più volte, con una voce quasi sguaiata ad annunciare ed esplodere nel ritornello. I temi orientali si ritrovano in ‘Thief of Bagdad’, dove le spirali dei synth accompagnano il sussuro e poi il lamento di Cope, dimesso e (quiet) disperato. Il manifesto del disco è, fin dal titolo, proprio ‘When I dream’, la lunga coda psichedelica (secondo i più classici stilemi dei 33 giri della seconda metà dei 60s). L’atmosfera è calma ma misteriosa, merito delle tastiere. Il canto è fatto di balbettii e declami, e tutto si spegne in una mescola di voci e strumenti che è a metà tra la catalessi e il piacere. Nei primi 2000 è uscita una ristampa, che comprende anche la tribale ‘Kilimanjaro’, ed alcune versioni alternative, più il baccanale di Sleeping Gas dal vivo, dove possiamo apprezzare la sfrontatezza di Cope e la vitalità estrema delle tastiere.

I Teardrop Explodes hanno saputo tratteggiare i sogni di una generazione all’inizio degli 80s. Gli universi creati dal loro pop psichedelico ed esuberante sono ‘ameni’ ma misteriosi, sintetici, con una tensione di fondo. E un rosario di versi ripetuti per non scegliere se continuare a muoversi nel mondo viscoso dei sogni o quello ancora peggiore della realtà.

copertina: da amazon.com

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: