Giro di Lombardia – La Classica delle foglie morte 

Ci siamo: finalmente è arrivata ‘la classica delle foglie morte’. Una delle più bellegare della stagione, che ha visto trionfare quasi sempre dei ciclisti ‘fuori categoria’. Basti pensare che gli ultimi due anni la vittoria è andata al campione del mondo Paolo Bettini, e nel 2004 a quel Cunego che non può non essere un fuoriclasse. E prima ancora al re delle classiche Michele Bartoli. Corsa dura, piena di insidie negli ultimi km, che va preparata con una squadra almeno decente durante le prime ore. I punti insidiosi sono sicuramente la scalata alla Madonna del Ghisallo, il Civiglio ed il San Fermo (potete vedere una buona altimetria ad esempio su http://www.cicloweb.it – probabilmente il miglior sito italiano sul ciclismo -).
Chi vincerà? La rosa di nomi è ristretta a meno di dieci:

– Davide Rebellin: Incredibile dictu non lo ha mai vinto. È in forma, e si è visto sul San Luca la settimana scorsa. Potrebbe addirittura chiedere un favore a Bettini dopo gli ultimi due mondiali…Oggi tifo metà per lui e metà per
– Frank Schleck: Altro favorito, talento puro, forse non sarà ancora l’anno buono, ma tanto prima o poi il Lombardia lo vince. È la sua corsa: lunga, dura, e piena di insidie. Se riesce ad avvantaggiarsi sul San Fermo, sarà difficile riprenderlo.
– Damiano Cunego: Fresco vincitore del Beghelli, ha già dimostrato, all’epoca, di saper vincere questa corsa. Potrebbe ripetersi.
– Cadel Evans: Tra i migliori all’Emilia, potrebbe accendere anche oggi la miccia. Difficile una sua vittoria, ma si piazzerà anche per onorare la maglia di leader del pro-tour ingiustamente strappata a Danilo Di Luca.
– Leonardo Bertagnolli: L’assenza del capitano potrebbe aprirgli nuovi scenari. Non deve dimostrare nulla,se starà con i migliori, il mio ciclista preferito avrà tutto il mio appoggio sulle ultime rampe.
– Thomas Dekker: Fenomeno in erba, pecca un po’ di ingenuità negli ultimi km. Se riesce a leggere la corsa come si deve potrebbe piazzare il colpaccio.
– Kolobnev, Bettini, Valverde, Sanchez: ci saranno, sicuramente, ma non credo, e spero, che non vincano. Bettini ha già vinto un mondiale, e sono due anni che vince il Lombardia. Kolobnev è da un po’ che è in palla, Sanchez e Valverde potrebbero fare bene, ma il primo non mi sembra all’altezza del Lombardia, ed il secondo dovrà aspettare la volata, ma ci sono tanti che non la vogliono.
– Riccardo Ricco’: C’è anche lui, il giovanotto che al giro ha entusiasmato mezza Italia. L’anno scorso è apparsoun po’ in difficoltà nelle ultime battute, ma a Sanremo ha dimostrato di poter reggere anche le lunghe distanze. Può essere la sorpresa.

Insomma, comunque vada sarà una bella corsa…
al futuro un commento sui risultati.

Annunci

Tag:

Una Risposta to “Giro di Lombardia – La Classica delle foglie morte 

  1. zillo Says:

    grandissima vittoria di Cunego! Passa anche sul mio blog che ne parlo! Vedo che citi cicloweb… ma sei iscritto al forum? Perchè con quel nick non ti ho mai visto, ma magari sei registrato con un altro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: